La nostra Storia

Cenni Storici su Sicignano degli Alburni

Sicignano è un incantevole centro di origine romana sorto all’incirca nel 450 a.C., come testimoniano gli scavi che hanno portato alla luce una necropoli di età romana. Ebbe il suo massimo splendore in età medioevale quando divenne borgo fortificato con un castello appartenuto alla famiglia Giusso. Nel XVIII sec. il feudo di Sicignano apparteneva alla famiglia dei Falletti e nel 1806, in seguito alla distruzione da parte dei Francesi, il borgo fu ricostruito da Ferdinando IV di Borbone. Solo nel 1928 al nome di Sicignano si è aggiunta la denominazione degli Alburni.

Il primo documento con l’intestazione di Sicignano

La prima attestazione documentaria di Sicignano si ha in un documento di donazione (datato 1086). Il conte normanno Asclettino di Sicignano, signore di Polla († 1086), dona alla badia di Cava dei Tirreni il monastero di S.Pietro e la chiesa di Santa Caterina, posta nel Castrum Pollae

Le frazioni

Attualmente Sicignano degli Alburni conta 3.333 abitanti (dati aggiornati all’1 aprile 2009). Il Comune è composto da 5 frazioni maggiori e numerose località:

  • Castelluccio Cosentino:   Sorge su un isolato picco vicino alla catena degli Alburni, a 500 m s.l.m., affacciando sull’autostrada A3, e con di fronte Galdo. Le abitazioni hanno mantenuto un aspetto rurale ed al termine della strada si trova una piazza panoramica. Conta una piccola fermata sulla linea ferroviaria Sicignano-Lagonegro immersa nell’area boschiva delle rive del Tanagro.

 

  • Galdo degli Alburni:   (o semplicemente Galdo), si trova ai piedi degli Alburni (349 m s.l.m.) ed a ridosso dell’abitato di Sicignano, sotto il burrone del suo castello. Sorge non lontano dalla SS 19 e di fronte a Castelluccio. L’abitato ha costruzioni prevalentemente rurali e conta una stazione a circa 3 km sulla linea ferroviaria Sicignano-Lagonegro.

 

  • Scorzo: (in cilentano ‘O Šcuorzo)   Sorge sulla SS 19 a 400 m s.l.m., a circa 2 km da Zuppino ed è la maggiore frazione comunale, composta per la maggiore da abitazioni moderne. Da Scorzo parte la strada provinciale che raggiunge Sicignano.

 

  • Terranova:  La più piccola frazione sicignanese sorge a 2 km dal capoluogo, a 600 m s.l.m. e prominente alla strada provinciale. L’abitato ha un aspetto rurale e la strada che lo collega è un piccolo ponte in porfido.

 

  • Zuppino:   Sorge sulla SS 19, al bivio per la stazione ferroviaria di Sicignano e lo svincolo autostradale, a circa 350 m s.l.m. Dista 3 km da Galdo e 2 da Scorzo ed è composta prevalentemente da abitazioni moderne.

 

  • Località e Contrade: Acqua della Battaglia, Acqua Salice, Arestusa, Bauso, Buonocanto, Casale, Cerzolle, Colasoria, Corticelle, Galdo Scalo, Giungarico, Padula, Padule, Patricella, Pellicara, Piesco, Rotale, S.Arsenio, S.Croce, S.Giovanni, S.Licandro (Sicignano Scalo), Taverna Castello, Tempa delle Ginestre, Tempe, Varamanna, Vignali.
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi